«

»

Ott 30

Olio di colza: cos’è e qual è il suo utilizzo

L’olio di colza è un olio dal colorito ambrato che viene estratto dai semi di Brassica napus, coltivata specie in India, in Canada e in Pakistan.Veniva usato per l’illuminazione stradalenei paesi del nord Europa intorno al 1200, mentre oggi è utilizzato come carburante “ecologico”, nonché per la produzione di gomma e vernici. Ho trovato una recensione molto interessante su un blog di un’esperta: www.salutarmente.it in cui viene fatta un’analisi davvero completa e competente. La  versione ‘rettificata’ dell’olio di colza, il Canola, assume un colorito giallo-pallido ed un aspetto piuttosto limpido ed è quella presente in molte delle merendine che acquistiamo per i nostri bambini, specie nelle sottomarche da discount. Intorno al 1960-70, i primi studi su animali hanno evidenziato i potenziali rischi per la salute (quali lipidosi del miocardio e lesioni cardiache) dovuti all’assunzione per via alimentare di olio di colza.

Dopo aver individuato nell’acido erucico, che i semi di colza contengono in concentrazioni che vanno dal 30% al 60%, l’artefice degli effetti cardiotossici ed epatotossici, il Parlamento Europeo – nel 2014 – ha provveduto a stabilire i limiti di utilizzo di quest’acido: 50 g/kg negli alimenti e nelle miscele di oli utilizzate nell’industria e 10 g/kg negli alimenti destinati all’alimentazione dei bambini. Il Canola risulta quindi essere più chiaro dell’olio di colza grezzo perché è stato privato di gran parte dell’acido erucico, come si evince anche dal nome, che deriva da: “CANadianOilLow Acid”.

Questa modifica è stata ottenuta da ricercatori canadesi intervenendo sul dna della pianta della colza, quindi l’olio che si otterrà sarà derivato da un OGM e potrà essere importato e utilizzato anche in Italia, nonostante il nostro Paese vieti la coltivazione di piante modificate geneticamente. Le industrie alimentari lo utilizzano spesso per sostituirlo al più costoso olio d’oliva e abbattere i costi di produzione. Non solo è sfruttato come additivo negli snack, ma anche per friggere nei fast food o per la fabbricazione della margarina.

olio-di-colza

Studi canadesicondotti presso il St. Michael’s Hospital di Torontohanno riscontrato che il canola ha effetti protettivi per il cuore, ma nessuno studio approfondito è stato ancora effettuato sulla salubrità degli OGM. Ulteriore motivo per evitare di consumare alimenti che contengano canola è l’enorme impatto ambientale che cagiona il gene modificato nella colza, ovvero la morte delle api, insetti fondamentali per la fecondazione della vegetazione. Non è affatto detto, dunque, che l’olio di colza raffinato faccia bene alla salute o comunque non crei danni all’organismo. Quindi, fintanto che non vengano pubblicati studi certi sulle sue proprietà e sulla sicurezza dell’assunzione di prodotti derivati da OGM, sarebbe meglio desistere dal consumarlo. Basta leggere le etichette!

Per approfondire ecco alcuni articoli interessanti:

Olio di colza: cos’è e qual è il suo utilizzoultima modifica: 2015-10-30T13:18:28+00:00da carlotta-1984
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento