«

»

Mag 17

Il biancospino che aiuta

Cardioprotettore e cardiotonico il biancospino rappresenta un aiuto naturale per cuore e circolazione, migliorando in questo modo situazioni di ipertensione, aritmie, tachicardie, soprattutto se di origine nervosa/emotiva. Questi aspetti positivi sono connessi in primis alla presenza di flavonoidi e proacntocianidoli, mentre il carattere calmante è legato principalmente alla presenza di vitexina che interviene come ansiolitico. Alla luce di queste considerazioni, si può pensare ad incentivare il consumo di questa sostanza, ma sotto quale forma?

BiancospinoLa prima soluzione è quella di optare per un infuso, semplice da preparare. E’ infatti sufficiente lasciare in acqua bollente per 2 minuti un cucchiaio di fiori e foglie e assumere la soluzione per due mesi, mattina e sera. E’ altresì possibile consumare il biancospino sotto forma di tintura madre, in questo caso sarà necessario farlo macerare in alcol al 70% per una decina di giorni. A questo punto dovrete sciogliere in una tisana una trentina di gocce 3 volta al dì.

Qualora invece si preferisca optare per un estratto secco, si dovrà assumere una dose compresa tra i 500 e i 700 mg al giorno lontano dai pasti.

E’ possibile anche acquistare già pronti degli integratori a base di biancospino.

Ma entrando più nello specifico, in quali occasioni queste soluzioni possono essere utili? Lo sono senza dubbio in caso di palpitazioni e tachicardie, di battito debole, e di sbalzi di pressione. L’utilizzo è consigliato anche in casi di problemi saltuari come ad esempio insonnie, stati di ansia, problemi digestivi, infiammazioni alle gengive o alle mucose della bocca in genere.

Non si segnalano controindicazioni particolari, ma è comunque opportuno prima di iniziare un consumo abituale della sostanza, contattare il proprio medico di base anche per scongiurare il rischio di eventuali interferenze con trattamenti in corso in quel momento. Particolare attenzione deve essere riservata rosprattutto all’utilizzo della sostanza come regolizzatore della pressione bassa.

Il biancospino che aiutaultima modifica: 2016-05-17T12:08:54+00:00da carlotta-1984
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento