«

»

Giu 18

Gravidanza e lavoro: il congedo parentale

La maternità è un periodo magico, fatto di “dolci paure” e pensieri speciali. Sogni, immaginazione ed emotività però si scontrano con una serie di “problemi pratici”, che riguardano ad esempio la necessità di assentarsi dal lavoro per vedere e gestire il bambino. Qualora i genitori siano dipendenti, una volta usufruito dell’astensione classica perpaternità o maternità, i due se avranno necessità potranno fare richieste di congedo parentale, un permesso facoltativo che permette ai genitori di assentarsi dal lavoro, anche nello stesso momento.congedo

Questo permesso può essere richiesto fino al compimento dell’ottavo anno di età del bambino, ma è opportuno avvisare il datore di lavoro almeno due settimane prima dell’assenza, che potrà essere continuativa o frazionata ma non potrà superare i 6 mesi di durata.

L’INPS fino ai 3 anni di età del bambino coprirà il 30% della retribuzione, mentre per il periodo successivo i permessi sono da intendersi non retribuiti, a meno che il reddito del genitore abbia un reddito inferiore a 2.5 il trattamento minimo di pensione.

Sarà il vostro reparto risorse umano o il vostro consulente a fornirvi tutti i dettagli, tenete comunque in considerazione il fatti che l’anzianità di servizio influisce sulla retribuzione percepita. Accade così che le mamme lavoratrici autonome e quelle che figli nati dopo il 01/01/2000 potranno usufruire del trattamento economico solo per 3 mesi e fino a quando il bambino avrà compiuto massimo un anno. Gli stessi vincoli valgono per le lavoratrici a progetto con gestione separata INPS.

Nessun diritto spetta invece ai lavoratori domestici o che rientrano nella categoria dei parasubordinati. Gli stessi diritti sono garantiti a chi un bambino l’ha adottato, ma le tempistiche verranno calcolate non partendo dalla data di nascita del bambino, ma dal suo ingresso nella famiglia adottiva.

Per concludere, ricordiamo che in caso di più figli, il permesso potrà essere richiesto per ognuno di essi, con le medesime condizioni.
.

Gravidanza e lavoro: il congedo parentaleultima modifica: 2016-06-18T13:04:22+00:00da carlotta-1984
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento