«

»

Mar 22

Gravidanza e alimentazione

Tra le mille domande che attanagliano la mente di una donna in dolce attesa, alcune riguardano senza dubbio l’alimentazione da seguire in questi 9 mesi davvero speciali. Cosa e quanto bisogna mangiare? Ci sono alimenti che devono essere assolutamente evitati? Ebbene è fondamentale per prima cosa assicurare alla dieta della futura mamma varietà, equilibrio, misura.

gravidanzaPer quanto riguarda la quantità di cibo da ingerire, è bene evidenziare che la dieta deve includere almeno 1.700 calorie quotidiane, che devono alimentare anche la vita del nascituro. Il valore è chiaramente indicativo, dal momento che la massa corporea influenza in maniera importante il valore.

Attenzione non solo alla quantità, ma anche alla qualità! E’ fondamentale infatti che l’alimentazione sia variegata, che includa le vitamine A, C, D; almeno 300 grammi di calcio; una giusta quantità di ferro, magnesio e fosforo. Particolare attenzione deve essere dedicata anche all’acido folico, sostanza che spesso manca nell’organismo delle future mamme. Qualora, per qualsiasi motivazione, ci dovessero essere carenze di una o più sostanze tra queste, è possibile ricorrere a specifici integratori, solo però dopo aver chiesto consiglio al proprio medico curante.

Vi sono, poi, degli alimenti che devono essere consumati con attenzione e moderazione, o addirittura evitati del tutto. Vi piacciono gli insaccati? Attenzione, perchè in gravidanza devono essere evitati quelli che non prevedono una cottura, come salame, prosciutto crudo o bresaola. Al pari degli insaccati, anche la carne non cotta potrebbe nuocere al nascituro, determinando l’insorgere della toxoplasmosi o di altre infezioni batteriologiche. Attenzione dunque a cuocere sempre e comunque con attenzione la carne, portandola ad una temperatura pari almeno a 70 gradi centigradi.

La cottura è necessaria anche per il pesce, anche se è bene ridurre se non eliminare dalla tavola pesci spada, tonno, sgombri reali, totani che potrebbero contenere tracce elevate e quindi nocivi di mercurio. Da evitare anche i crostacei e i molluschi.

Proseguiamo ad elencare i prodotti che possono essere consumati solo previa cottura: troviamo in questa categoria le uova e i relativi preparati alimentari e le verdure se non possono essere lavate e disinfettate con cura.

Gravidanza e alimentazioneultima modifica: 2016-03-22T21:22:20+01:00da carlotta-1984
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento