«

»

Apr 01

La cura dei capelli in gravidanza

La gravidanza è accompagnata da una serie di trasformazioni del corpo, e in questo periodo cambiano anche le necessità del nostro organismo e le cure che lo stesso richiede. Oggi ci concentriamo sulle necessità dei capelli. Nel primo periodo della gravidanza i capelli risultano spesso più opachi a causa della modifica dei livello ormonali nel corpo. Una volta formata la placenta, invece, la chioma apparirà naturalmente più lucida e forte. Nonostante questo è bene conoscere e mettere in pratica una serie di nozioni.

Capelli gravidanzaLa prima considerazione riguarda lo shampoo. Quello tradizionale di fatto rende il capello più incline a spezzarsi e a sfibrarsi, proprio per questo motivo soprattutto nei primi mesi di gravidanza sarebbe preferibile optare per un olio lavante, capace di “attirare” e fa sparire così lo sporco. Il prodotto è semplice da utilizzare: è sufficiente mettere un cucchiaio di olio sulla mano, massaggiare il prodotto su capelli e cuoio capelluto e poi risciacquare.

Tra i vantaggi legati all’utilizzo dell’olio, c’è la necessità di non applicare il balsamo che solitamente va a richiudere i pori che si aprono durante il lavaggio. Può invece essere utile ricorrere ad una maschera che garantisce un maggiore potere nutritivo. In generale occorre tenere sempre a mente che è importante garantire ai capelli il giusto apporto di proteine,per tale ragione bisognerebbe optare per prodotti che contengano vitamina B5, panteolo ma anche grano o frumento.

Arriviamo così al momento dell’asciugatura. E’ importante non stressare troppo il capello e mantenere quindi l’asciugacapelli ad almeno 10 cm di distanza dal capello stesso.

Manca a questo punto forse uno degli argomenti che stanno più a cuore delle future mamme, ovvero la tintura! E’ possibile o no tingere i capelli durante la gravidanza? A discapito di quello che comunemente si pensa, non ci sono studi scientifici che di fatti sanciscono in maniera chiara il fatto che la tintura possa far male al nascituro, tuttavia è naturale tenere sempre in considerazione il fatto che qualsiasi sostanza applicata sulla pelle o come in questo caso sul cuoio capelluto “arrivi” all’interno dell’organismo e di conseguenza al feto. Il consiglio è quindi quello di optare per tinture leggere. Volete azzerare del tutto i rischi? Non vi resta che ricorrere alle tinture vegetali, come quelle a base di hennè o camomilla!

Sono invece fortemente sconsigliate permanenti e stirature che andrebbero a stressare ed indebolire un capello già di per sè “rovinato”.

La cura dei capelli in gravidanzaultima modifica: 2016-04-01T14:22:13+02:00da carlotta-1984
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento